Aree militari piacentine, riprende la trattativa. Il sindaco Dosi incontra i capi della Difesa

Ultimi articoli
Newsletter

Piacenza | Assieme al vicesindaco francesco cacciatore e all'assessore silvio bisotti

Aree militari piacentine, riprende la trattativa
Il sindaco Dosi incontra i capi della Difesa

Il primo cittadino: «L’appuntamento ha sancito ufficialmente la ripresa,
dopo il cambio di Amministrazione, dei contatti e delle trattative per la
cessione delle aree militari presenti sul nostro territorio

Redazione Online

Vista dall'alto di un'area
Vista dall'alto di un'area

PIACENZA | Il sindaco Paolo Dosi, accompagnato dal vicesindaco Francesco Cacciatore e dall’assessore alla Pianificazione e Rigenerazione urbana Silvio Bisotti, ha incontrato stamani a Roma il direttore generale dei Lavori e del Demanio del Ministero della Difesa, generale Antonio Caporotundo, il generale Luigi Lo Conte, capo ufficio generale Dismissioni Immobili del Dicastero e il tenente colonnello Nardi, rappresentante del Gabinetto del Ministro. Alla riunione hanno partecipato anche alcuni esponenti dello Stato Maggiore della Difesa e dell’Esercito.

«L’appuntamento odierno – commenta il sindaco – ha sancito ufficialmente la ripresa, dopo il cambio di Amministrazione, dei contatti e delle trattative per la cessione delle aree militari presenti sul nostro territorio. In particolare, oggi abbiamo richiamato gli ultimi accordi presi nel 2011, anche alla luce delle attuali, difficili condizioni del mercato immobiliare. Le autorità militari – prosegue il primo cittadino – si sono impegnate a fornire in tempi brevi una valutazione degli immobili che possono essere considerati liberi, nonché di quelli che, secondo i loro programmi, saranno oggetto di razionalizzazione. Per i successivi aggiornamenti, tuttavia, occorrerà necessariamente attendere l’insediamento del nuovo Governo».

Sabato 26 gennaio 2013

© Riproduzione riservata

885 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: