Firmato l'accordo quadro fra Comune e Anci. Il patrimonio immobiliare sarà riqualificato

Ultimi articoli
Newsletter

Piacenza | Si terranno conto dell'efficientamento energetico e del social housing

Firmato l'accordo quadro fra Comune e Anci
Il patrimonio immobiliare sarà riqualificato

Si darà il via alla costruzione di uno studentato per far fronte alla
richiesta degli studenti del polo universitario piacentino

Redazione Online

Piacenza dall'alto
Piacenza dall'alto

PIACENZA | Riqualificare immobili pubblici e interi quartieri della città, sulle direttrici dell’efficientamento energetico e del social housing. Il centro storico di Piacenza vivrà così di nuova vita, e nel contempo si darà il via alla costruzione di uno studentato per far fronte alla richiesta degli studenti del polo universitario piacentino. Questo, in sintesi, il progetto messo a punto dal Comune di Piacenza e inserito nell’Accordo Quadro firmato oggi dal sindaco e della Fondazione Patrimonio Comune dell’Anci, rappresentata dal presidente Roberto Reggi.

È stato lo stesso Reggi ad esprimere soddisfazione per un accordo che, tra tutti quelli sottoscritti fino a oggi, è probabilmente il più completo, perché prevede l’utilizzo di tutti gli strumenti messi in campo dalla Fondazione. Entrando nel dettaglio, Reggi spiega che l’obiettivo è quello della «valorizzazione del patrimonio demaniale del Comune di Piacenza, già liberato da precedenti accordi con lo stesso Demanio. I beni, inoltre, verranno conferiti in un Fondo regionale ampio e dunque attraente per i grandi investitori nazionali, con il coinvolgimento di altre sei città dell’Emilia-Romagna: Reggio Emilia, Ferrara, Imola, Forlì, Rimini e Bologna». Un mezzo, quello del ricorso agli investitori privati, «che potrà essere alternativo ai Fondi del Demanio e di Cassa Depositi e Prestiti, previsti e promessi dal governo, ma che stentano a decollare».

La sottoscrizione dell’Accordo, sottolinea il sindaco di Piacenza Paolo Dosi «arriva anche alla luce del fatto che il progetto di riqualificazione di cui parliamo è stato inserito nella cosiddetta ‘fascia di evidenza’ dei progetti presentati a livello nazionale per il Piano città: grazie a questo risultato potremo pertanto accedere con maggiore facilità ai fondi per l’efficientamento energetico e l’housing sociale». L’Accordo, inoltre, «ci consente di fare un importante passo in avanti – conclude il sindaco - in un momento in cui sono scarse le possibilità di reperimento dei finanziamenti per la realizzazione di opere importanti sul territorio».

Sabato 26 gennaio 2013

© Riproduzione riservata

730 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: